Playtech rileva la maggioranza del capitale sociale del gruppo Snaitech

0
802

Playtech acquisisce il 70,5% del gruppo Snaitech, colosso italiano del settore giochi e scommesse.

Un’operazione da 291 milioni di euro che porta Playtech a rilevare la maggioranza del capitale sociale di Snaitech. Il colosso del settore giochi e scommesse italiano viene così integrato in Playtech, tra le aziende leader nel mercato internazionale del gaming specializzata nelle tecnologie per i giochi online.

L’acquisizione riguarda le partecipazioni in Snaitech di Global Games, azionista di controllo con una quota del 55,533% del capitale, e di OI-Games, 15,028%. Prezzo per azione per l’operazione di compravendita di €2,19, che incorpora quindi un premio del 17% rispetto al prezzo di chiusura nella borsa di ieri di Snaitech.

Come confermato da Playtech, Fabio Schiavolin rimarrà di Snaitech l’Amministratore Delegato, così come rimarranno nei propri ruoli i membri chiave del senior managment. Lo stesso Fabio Schiavolin, come riportato nel comunicato ufficiale dell’azienda, dichiara: “L’integrazione della Società in Playtech, già importante partner industriale, con posizionamento e know how complementari ai nostri, potrà contribuire alla crescita del gruppo sul solco già tracciato, mettendo a
disposizione risorse, competenze e tecnologia per vincere ogni sfida”. Continuando quindi con: “Al suo completamento, l’integrazione tra due i Gruppi, leader nei rispettivi mercati, svilupperà il più importante player in Italia in grado di controllare tutta la catena di valore, sia nell’online che nel business retail, con tecnologie proprietarie. L’operazione, inoltre, rappresenta un segnale importante per il mercato del gioco in Italia, ancora in grado di attrarre investimenti e capitali esteri e di esprimere aziende capaci di competere a livello globale.”. 

Al completamento dell’acquisizione iniziale a Playtech sarà richiesto di presentare un’ offerta pubblica di acquisto obbligatoria per tutte le azioni rimanenti di Snaitech. L’operazione complessiva dovrebbe concludersi nel quarto trimestre di quest’anno.