Scommesse in agenzia: in quattro mesi spesa a 310,4 milioni

0
755

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”4″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” photoswipe=”” linkurl=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Nel primo quadrimestre del 2018 la raccolta delle scommesse sportive giocate in agenzia è stata di 1,50 miliardi di euro e di questi 1,19 miliardi sono tornati in vincita ai giocatori, con un payout del 79,3%. La spesa effettiva degli italiani, secondo elaborazioni Agimeg su dati dei Monopoli di Stato, è stata quindi pari a 310,4 milioni di euro.

Napoli si conferma la provincia con la raccolta più alta (234,2 milioni di euro, per una spesa effettiva di 47 milioni di euro, a fronte di 1.178 agenzie). Nelle 764 sale attive su Roma e provincia invece sono stati raccolti 131,7 milioni di euro (oltre 107 milioni restituiti in vincita e una spesa effettiva di 24,4 milioni). Chiude il podio Milano con una raccolta di 77,9 milioni di euro e 15,2 milioni di spesa effettiva per i giocatori. Nella classifica delle città con la maggiore raccolta seguono Salerno (58,2 milioni), Bari (54,8) e Torino (51 mln).

La raccolta media più elevata in rapporto ai punti vendita si è registrata a Prato, dove ognuna delle 42 agenzie ha totalizzato oltre 355 mila euro di base imponibile media, seguita da Bolzano con 244 mila euro, poi Bologna con 224 mila euro. (Fonte agimeg)

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]