WSOP 2018: Bonomo spaventoso nel Big One, Holz remuntada storica

0
724

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” photoswipe=”” linkurl=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il “$1.000.000 The Big One for One Drop” ha raggiunto l’official final table a sei giocatori e vivrà lo scoppio della bolla, con 5 posizioni a premio. Vola senza sosta Justin Bonomo che mette un solco fra se e gli altri. Holz è fenomenale con una super rimonta. 

Justin Bonomo e Fedor Holz. Due fenomeni a caccia del bracciale alle WSOP 2018 e precisamente nel “$1.000.000 The Big One for One Drop”. L’americano è un’ira di Dio nel corso del day 2 e domina a 360 gradi la scena. Il tedesco mette in piedi una grandissima rimonta, dopo un day 1 più ricco di ombre e di luci. Ma i favori del pronostico vertono tutti su Bonomo. 

Justin infatti riesce a scappare via nel count e con 49.000.0000 di pezzi può contare su quasi 100 big blinds alla ripresa dei giochi. Fedor Holz è secondo, ma staccatissimo con 22 milioni. Insomma serve un’altra impresa al tavolo finale per recuperare il gap sul fuggitivo. 

Il day 2 dell’evento#78, ha visto altri tre ingressi e così il totale dei paganti si ferma a quota 27. Un numero molto al di sotto delle aspettative, anche se stiamo parlando di un evento da 1 milione di dollari di buyin. Il montepremi si attesta a quota 24.480.000 dollari, con 5 piazze bagnate dai premi: cash minimo di 2 milioni per il quinto e ben 10 milioni al campione. 

Nella discesa verso il tavolo finale Holz e Bonomo iniziano forte. Come detto, il tedesco rimonta a grandi passi e l’americano mette la freccia in vetta al count. Situazione completamente opposta per Daniel Negreanu. Il canadese ripartiva dalla terza casella, ma due scontri con Steffen Sontheimer lo costringono alla resa. Con K-K si vede superare da AJ e poi pusha in bvb con 7-6 e trova A-6 in mano al tedesco. 

Non va molto meglio ad Erik Seidel. Se in un primo momento l’americano fa fuori Christoph Vogelsang in maniera fortunosa, paga poi dazio con Q-Q vs A-K di Kaverman e soprattutto con la scala floppata vs il colore chiuso al river da David Einhorn. Giornata da dimenticare per Phil Ivey.

Phil Ivey

Partito in seconda posizione, non riesce a decollare e a due eliminazioni dal tavolo finale si scontra con Bonomo: A-J non basta vs K-K. Bonomo poi si prende il merito di mettere fine al day 2, quando con 9-9 domina A-8 di Nick Petrangelo. Carte in aria con il tavolo finale dalle 2.30 del mattino in Italia. Serve ancora un’eliminazione per entrare a premio. 

Il count ufficiale: 

  1. Justin Bonomo 48,950,000
  2. Fedor Holz 22,125,000
  3. Dan Smith 21,450,000
  4. Rick Salomon 19,650,000
  5. David Einhorn 12,300,000
  6. Byron Kaverman 10,525,000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]