WSOP 2018: Elezra insegue il quarto bracciale, 1.306 ingressi nel Big Blind Ante

0
707

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Eli Elezra a caccia del poker di bracciale alle WSOP 2018. Comanderà il final table del “$10,000 Omaha Hi-Lo 8 or Better Championship”. Grande risposta dei giocatori per la prima volta dell’evento#13: il “Big Blind Antes $1,500 No-Limit Hold’em”. 

A distanza di 3 anni dall’ultima vittoria alle World Series Of Poker, Eli Elezra sogna di mettere al polso il quarto bracciale in carriera. I presupposti ci sono tutti, visto che ha 2.700.000 chips a formare il suo stack al tavolo finale del “Championship” alle WSOP 2018. Sono rimasti in sei a contendersi la vittoria finale e il tre volte campione ha un netto vantaggio sul resto della truppa. 

Adam Coats è secondo a quota 1.820.000, ad esempio, mentre il due volte braccialettato Paul Volpe imbusta 1.600.000. Attenzione poi a Viacheslav Zhukov, il quale insegue il secondo acuto al “Rio” con 970.000 gettoni. Insomma per Elezra ci sono tutte le condizioni per puntare al bersaglio grosso. 

Il “$10,000 Omaha Hi-Lo 8 or Better Championship” ha ottenuto l’adesione di 169 players per un prize pool di 1.588.600$. “In the Money ci sono andati in 26 con il cash minimo di 14.912$ fino alla prima moneta da 417.921 bigliettoni. Scoppiata la bolla si sono avviati alle casse i vari Dan Shak (26°), Anthony Zinno (24°), Felipe Ramos (17°), Mike Gorodinsky (16°), Mike Matusow (11°), Per Hildebrand (9°) e l’uomo bolla del final table Robert Mizrachi (7°). 

Intanto, sempre alle WSOP 2018, è andato in scena il day 1 dell’evento#13: il “Big Blind Antes $1,500 No-Limit Hold’em“. Il nuovo evento ha visto ben 1.306 players lanciarsi nella mischia e 224 di essi approdano alla seconda giornata. Ottimi numeri insomma, per questo evento che prevede il valore dell’ante pari all’importo del grande buio. Pot giganti e maggiore azione. Il prize pool di 1.763.100 dollari viene ripartito in 196 “In the Money”. Si va dalla ricompensa minima di 2.254$ fino alla prima moneta da 315.346 dollari. 

Qui Nguyen

Il leader è Stephen Song, capace di accumulare 193.100 gettoni. Al terzo posto scalpita Qui Nguyen: il campione del mondo 2016 lancia l’assalto nel count con 155.100. Top five anche per un altro november nine come Vojtech Ruzicka (128.800). Passano al day 2 infine, i vari Romain Lewis (83,300), Ankush Mandavia (73,600), Chance Kornuth (62,800), Jeff Gross (60,300), Alexander Lynskey (55,000),Jeff Madsen (51,600) e Chris Ferguson (15,500).

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]