WSOP 2018: Hellmuth, Moorman, Cada e McKeehen, è spettacolo nell’evento#3

0
729

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Si accendono le WSOP 2018 al Rio di Las Vegas grazie all’evento#3. Fra i 50 giocatori che guadagnano l’accesso al day 2, c’è un field spettacolare che vede Phil Hellmuth ambire al 15° acuto.

Le WSOP 2018 entrano a pieni giri nel motore e i grandi campioni sono presenze fisse al Rio Hotel&Casinò di Las Vegas. Lo testimonia l’evento#3 della kermesse: il “$3,000 No-Limit Hold’em Shootout” ci consegna un field di 50 giocatori con un altissimo tasso tecnico. Basti pensare che Phil Hellmuth raggiungendo il day 2 e la zona premi, si porta a 131 ITM nella storia delle WSOP e punta al 15° bracciale.

Non ha lasciato scampo a nessuno “The Poker Brat” al suo tavolo e con 113.800 gettoni mette nel mirino l’ennesimo trionfo di una carriera irripetibile. Insieme a lui ci proveranno tanti campioni ad issarsi sul gradino più alto.

Da Matt Stout (117.000), a Tim Reilly (115.800), passando per i vari Chris Moorman (104.200), Joe Cada (104.100), Eli Elezra (104.200), Ismael Bojang (103.300), senza dimenticarci di Kenny Hallaert (104.000) e Joe McKeehen (104.500). Ben tre ex november nine di cui due poi diventati campioni del mondo. 

In tutto si sono gettati nella mischia del torneo 363 giocatori nel corso del day 1, per un montepremi di 980.100 dollari da spartire in 50 posizioni “In the Money”. Si va dal cash minimo di 6.302$ fino alla prima moneta da 226.218 bigliettoni.Come detto, in 50 si affacciano alla seconda giornata che decolla alle 12 di Las Vegas (le 21.00) in Italia. 

Chris Moorman

Intanto si è chiuso l’evento#1 e fra i dipendenti può gioire Jordan Hufty. Dopo l’evento#2, si tratta del secondo bracciale assegnato alle WSOP 2018. Nel “$565 Casino Employees No-Limit Hold’em” in 13 hanno ripreso posto per la volata al titolo nel final day. Hufty non ha concesso spazio di manovra ai rivali e con merito mette al polso il bracciale e in tasca l’assegno da 61.909 dollari. Podio che si colora di rosa, grazie al terzo posto di Katie Koop, che sfiora il trionfo per 26.250 dollari. 

Il payout del tavolo finale “Evento#1”:

1 Jordan Hufty United States $61.909
2 Jodie Sanders United States $38.246
3 Katie Kopp United States $26.250
4 Zachary Seymour United States $18.332
5 Won Kim United States $13.031
6 Tom Booker United States $9.432
7 Thomas Yenowine United States $6.953
8 Skyler Yeaton; United States $5.222
9 Jason Pepper United States $3.998

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]