WSOP 2018: John Cynn impresa biblica, vince il main event dopo 442 mani

0
727

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” photoswipe=”” linkurl=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il main event alle WSOP 2018 incorona campione John Cynn, dopo una battaglia lunga 12 ore nel day 10. Incassa 8.800.000 di dollari e costringe alla resa un mai domo Tony Miles.

Un epilogo che si è fatto attendere. Il day 10 alle WSOP 2018 per il main event impiega 12 ore di gioco per scendere da tre left fino all’incoronazione del campione. Una maratona quasi grottesca, che ha fatto superare il record di durata del final table 2008. Allora si fermarono a 434 hands, qui il gioco si è concluso alla mano 442. Esulta John Cynn che diventa campione del mondo 2018 per 8.800.000 dollari. Tony Miles si ferma in seconda piazza per 5 milioni di bigliettoni. 

Avvio prepotente di John Cynn, il quale nelle primissime mani accorcia il gap da Tony Miles e poi effettua il sorpasso nel count. Completamente opposta la situazione invece per Michael Dyer che dopo 20 mani nel day 10, va in allin con A-10 e si trova dominato da A-J di Miles. Si chiude in terza posizione la sua cavalcata e 3.750.000 dollari sono la ricompensa per questa prestazione. 

Qui si apre il duello finale e saranno ore di passione nella battaglia per il titolo di campione. Miles parte con 198.800.000 chips e Cynn insegue con 195.600.000 gettoni. Tony sembra prendere il largo, ma John recupera e con full di cinque ribalta la situazione. In questo botta e risposta continuo, Cynn appare più deciso nella volata al titolo. Accumula più volte un discreto vantaggio, ma Miles riesce sempre a ricucire le distanze. 

Tony Miles rende omaggio a John Cynn

Poi dopo un split pot, il futuro campione del mondo segna in modo netto il suo vantaggio e alla hand#442 ecco i titoli di coda. Sul board K-K-5-8 Miles opta per un push con Q-8 e a John non pare vero di callare con K-J. Trips e titolo di campione del mondo, condito da un bracciale scintillante e ben 8.800.000 dollari. Miles resta al palo, secondo classificato e con un bonifico da 5 milioni di dollari. Una sconfitta che si può accettare. 

Il payout: 

1 John Cynn United States $8.800.000
2 Tony Miles United States $5.000.000
3 Michael Dyer United States $3.750.000
4 Nicolas Manion United States $2.825.000
5 Joe Cada United States $2.150.000
6 Aram Zobian United States $1.800.000
7 Alex Lynskey Australia $1.500.000
8 Artem Metalidi Ukraine $1.250.000
9 Antoine Labat France $1.000.000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]