WSOP 2018: Pescatori e Sammartino eliminati a premio nel Mixed Big Bet

0
699

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Dario Sammartino e Max Pescatori salutano “In the Money” l’evento#40 delle WSOP 2018. Il partenopeo dopo una scalata perfetta, crolla nelle battute finali. 

Il day 2 del “$2.500 Mixed Big Bet“, alle WSOP 2018, non si chiude nel miglior modo per i nostri giocatori. Max Pescatori e Dario Sammartino centrano la zona premi, ma poi mollano la presa. Se il milanese saluta al 27° posto per 3.777 dollari, il campano invece sogna a lungo e dopo essere stato a ridosso delle posizioni di vertice nel count, crolla nel giro di poche mani. Per Dario 10° posto e 8.915 dollari di premio. 

Insomma speravamo in un qualcosa di diverso, soprattutto nel finale. Ma il “$2.500 Mixed Big Bet” si conferma un evento imprevedibile e soprattutto difficile con le sue sette varianti ad animare l’azione al tavolo. In 51 hanno ripreso posto ai tavoli per il secondo giorno di gara, ad appena 20 eliminazioni dallo scoppio della bolla. Max naviga a metà gruppo, mentre Sammartino è secondo nel count. 

Una volta raggiunti i premi Pescatori alza bandiera bianca al 27° posto. Per il “Pirata” si tratta del terzo “In the Money” consecutivo su quattro eventi giocati per il momento alle WSOP 2018. Insieme a lui escono possibili protagonisti come Chris Ferguson (31°), Bruno Fitoussi (26°), Brandon Shack-Harris (24°), David “ODB” Baker (23°), Eli Elezra (22°), Mike Matusow (17°), Shaun Deeb (13°) e Barry Greenstein (11°). 

Max Pescatori

Poi a 10 left è la volta di Sammartino che nel giro di poche mani è costretto alla resa. Nella discesa che porta all’official final table, restano esclusi anche Raymond Henson (9°), Warwick Mirzikinian (8°) e Jeff Lisandro bolla del tavolo finale in settima piazza. Di fatto tutti i big sono fuori dai giochi sulla strada che porta al bracciale.Il leader della corsa è Scott Bohlman con 1.556.000 gettoni, quando restano in corsa cinque giocatori. Chi vince porta a casa una prima moneta da 122.138 dollari. 

Il count ufficiale

  1. Scott Bohlman 1,556,000 
  2. Ryan Hughes 345,500
  3. Daniel Weinman 292,800 
  4. Aaron Rogers 261,800
  5. Marcel Vonk 100,000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]