Dall’enduro al tavolo verde, Andrea Fossati racconta la sua impresa al Poker Concept Main Event!

0
739

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Una piacevole chiacchierata con il vincitore ufficiale del Main Event Poker Concept da 200.000€ garantiti

 

A guardare come son andate le cose la foto di copertina alla chiusura del Day3 è stata più che una premonizione.

Fossati e Shehadeh, oltre al nome, da qualche sera condividono la vittoria della prima edizione del Main Event targato De Vere Concept, a seguito di un deal per ICM dopo aver sbaragliato la concorrenza:

Sono felicissimo” – racconta Fossati a caldo – “A inizio anno mi ero posto l’obiettivo di raggiungere, e possibilmente vincere, un bel final table e ci sono riuscito!

Poker_Concept_Saint_Vincent_Andrea Fossati
Andrea Fossati e Andrea Shehadeh in azione al Day3

La passione per il poker non la scopre certo oggi, anche se per diversi anni è stato solamente un passatempo come un altro:

Ho cominciato a studiare e rivedere il mio gioco da un anno e mezzo. Non ho mai letto nessun libro, puntando tutto sull’esperienza e sul confronto con giocatori preparati come il mio caro amico Diego Raimondi, che ringrazio per i preziosi consigli. Nell’ultimo periodo i risultati stavano cominciando ad arrivare, fino a poco tempo fa raggiungere la zona ITM era un miraggio, ora avviene con una certa regolarità…A dimostrazione che non si tratta di un gioco basato sulla fortuna, sebbene questa incida nel breve periodo.

Trasferta dopo trasferta allarga le sue competenze parlando di poker con amici e conoscenti, nelle pause, nelle chat o semplicemente al tavolo:

Io sono uno che se al tavolo ha una persona brava accanto cerca di seguirla e imparare. Giocare tornei con player preparati è un’occasione d’oro per migliorarsi, c’è chi invece queste opportunità non le riconosce nemmeno e si intestardisce sulle proprie vedute invece di sfruttarle. Andrea? – Shehadeh ndr. –  Non ci avevo mai giocato assieme, ma ci eravamo già incrociati in qualche altro torneo. Stavolta mi sentivo all’altezza del field che stavo affrontando, lo scorso anno non avrei potuto dire altrettanto!” 

Poker_Concept_Saint_Vincent_Andrea Fossati
Andrea Fossati

Da Nova Gorica a Barcellona passando per Rozvadov, Fossati sembra avere le idee chiare sulle prossime tappe da seguire:

Il poker però rimane comunque un divertimento, non gioco mai con l’angoscia di dover portare a casa dei soldi. Se poi arriva un risultato ben venga, ma ho la mia attività e non spero nel gioco per campare. Sono un ex-motociclista di enduro e tutt’ora vado in modo per passione, da qualche tempo ho creato un marchio che si occupa di prodotti destinati a enduro, cross e fuoristrada, grazie al quale esporto in tutto il mondo.” 

E allora complimenti al buon Andrea Fossati, con l’augurio che questa vittoria sia soltanto la prima di una lunga serie…

 

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]