DeepStackOpen Unibet Day2 – Sebastien Grax guida i 16 left, Arcuri ultimo azzurro in gara

0
738

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il day in cui scoppia la bolla è sempre un crocevia.

E in questo sabato sanremese, durante il day2 del DeepStackOpen Unibet, in tanti sono rimasti con un pugno di mosche.

31, sui 79 che si sono ripresentati ai blocchi di partenza, sono invece riusciti a centrare l’ITM: 15 sono già passati alle casse, 16 si ripresenteranno domani per giocarsi i premi che contano.

La busta più pesante, al momento, è quella di Sebastien Grax, player con la P maiuscola per attitude e sensibilità al tavolo: un poker in piena zona bolla aiuta, ma Grax non è stato semplicemente il giustiziere di Nicolas Levy nel momento cruciale di questa giornata, ma un avversario ostico per chiunque se lo sia trovato di fronte. Se potessimo scommettere un dollaro, probabilmente punteremmo su di lui per la vittoria finale.

L’highlight di giornata: Nicolas Levy (a sinistra) chiama l’all-in di Sebastien Grax, che mostra poker di 8 e lo elimina in bolla.

Oltre a ’Seb’, prestazioni di caratura anche da parte di Kevin Naegelen e Christoph Girard, che pur essendosi scontrati a ripetizione chiudono entrambi con imponenti stack.

Performance sopra le righe anche per Pierre Nousse (terzo in chips a 1.225.000), che negli ultimi 2 livelli ha strapazzato Tanguy Drouin, togliendogli una chipleading che durava dal quinto livello del Day1B.

Pierre Nousse

Giornata nera, purtroppo, per i volti ’noti’ del poker italico: Mario Perati perdeva gran parte dello stack in bluff per poi schiantarsi contro gli assi di Levy, Nicolò Serlenga usciva dopo uno spot statisticamente impensabile, Manlio Iemina veniva giustiziato a 3 dai premi in una blind war in cui scala non basta: Oleks Sielin chiudeva flush runner runner e poneva fine al torneo del cuneese.

Oleksandr Sielin

Magro l’ITM centrato da Carlo Savinelli: il 31enne di Maddaloni chiudeva infatti 25°, purgato da Michael Haddad, ancora una volta mattatore di giornata. Sull’apertura 4.1x del transalpino da cutoff, Savinelli pilava diretto 28bb con 8-8: call senza esitazione per Haddad con A-6o Board? [Qx][2x][3x] [4x] [5x].

L’ultimo azzurro in gara è Paolo Arcuri che con 850.000 chips (7/16 nel count) può giocarsi al meglio le sue chances nella final day di domani.

Paolo Arcuri

Questo il Chipcount ufficiale: 

Grax Sebastien 1.345.000
Girard Christophe 1.225.000
Nousse Pierre 1.220.000
Naegelen Kevin 1.084.000
Motte Fabien 1.055.000
Danneville Kevin 852.000
Arcuri Paolo 850.000
Faure Olivier 797.000
Haddad Michael 780.000
Leonetti Frederic 635.000
Drouin Tanguy 617.000
Maillet Eric 562.000
Amoyal Fabrice 538.000
Sielin Oleksander 293.000
Amir Ismael 278.000
Roman Sebastien 227.000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]