SHR Bowl 2018: Bonomo colpaccio da 5 milioni, rimonta e stende Negreanu in heads up

0
707

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Justin Bonomo compie il capolavoro della sua carriera al Casinò Aria di Las Vegas. Vince il “$300.000 Super High Roller Bowl” per 5 milioni di dollari e annienta in heads up Daniel Negreanu. 

Un tavolo finale così zeppo di campioni si vede raramente negli altri tornei. Nel “SHR Bowl 2018” il discorso è differente, visto che si gettano nella mischia 49 fenomeni.Inevitabile quindi avere dei fuoriclasse nella discesa al titolo. In sei hanno ripreso posto in nottata per la volata ai 5 milioni di dollari riservati al campione.

 Mikita Badziakouski dettava il passo dall’alto della sua leadership, con Negreanu e Bomono alle costole. Per Koon, Petrangelo e Vogelsang invece c’è bisogno della svolta. 

Una svolta che non arriverà mai per Nick Petrangelo, tradito da 10-10 vs Q-Q di Koon. Passano poche mani e Christoph Vogelsang saluta al quinto posto. Il campione uscente non potrà ambire al bis quando con Q-6 sbatte su J-J di Mikita.

Per il bielorusso si tratta dell’ultima gioia al SHR Bowl 2018, visto che poco dopo esce al quarto posto. L’ex leader infatti, dopo essersi accorciato nel count, mette tutto lo stack in gioco sul board 10-9-4-3-2 con 10-8 e trova Justin Bonomo pronto al call con K-10

E’ la mano che segna il cambio di trama nella storia del final table. Jason Koon cerca di resistere, ma poi alza bandiera bianca al terzo posto. Il suo 8-6 non trova aiuti vs A-4 di un Bonomo sempre più lanciato verso la vittoria. L’americano quindi, si presenta al duello finale con 11.500.000 chips, contro i quasi tre milioni di Daniel Negreanu.

Daniel Negreanu

“Kid Poker” cerca l’immediata rimonta, ma dopo poche mani è fuori dai giochi. Sul flop 9-8-6 finisce ai resti con 8-7 e Bonomo chiama con 9-9. Il top set tiene e Justin è campione per 5 milioni di dollari. Per Negreanu arriva un assegno da 3 milioni, che aiuta sicuramente a rendere meno amara la sconfitta. 

Il payout: 

1 Justin Bonomo USA $5.000.000
2 Daniel Negreanu Canada $3.000.000
3 Jason Koon USA $2.100.000
4 Mikita Badziakouski Belarus $1.600.000
5 Christoph Vogelsang Germany $1.200.000
6 Nick Petrangelo USA $900.000
7 Stephen Chidwick Great Britain $600.000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]