STOP a Bad Beat e Multi Accounting con il lancio di un rivoluzionario plug-in

0
766

GTFP lancia il plug-in che rivoluzionerà il mondo dell’online, STOP a Bad Beat e Multi Accounting.

Potrebbe diventare la vera rivoluzione per il poker online mondiale. Il plugin lanciato da GTFP (Gaming Technology For Players), dedicato ai software di online Texas Holdem, porta sul banco degli imputati Bad Beat e Multi Accounting, trovando il modo di eliminarli per sempre.

Non si tratta di un vero e proprio software, ma anzi di un plug-in che sarà adattabile ad ogni piattaforma di gioco attualmente conosciuta. Sicuramente una delle forze di questo prodotto, che punta così a rivoluzionare l’intero mercato.

Ma andiamo nello specifico. Come potranno essere limitate, nella pratica, le bad beat? GTFP introduce “TURN BACK”, dei token/gettoni che ad ogni torneo saranno messi a disposizione di ciascun partecipante (si parla di un numero di 5). Grazie a “TURN BACK”, al giocatore “scoppiato” al river, sarà possibile “tornare indietro” e ridare vita all’intera mano. Nello specifico il gettone potrà essere usato solo dal giocatore che, al momento dell’ all-in, risulterà essere in vantaggio di percentuale per poi perdere.

E contro il multi accounting? Il plug-in sarà in grado di mettere in azione la telecamerina di ogni PC e riprodurre, in tempo reale, un avatar con le sembianze di chi a quel momento sta giocando il torneo. La conseguenza sarà di avere un reale controllo non solo da parte degli operatori, ma anche dai giocatori stessi, che potranno così facilmente segnalare l’account che infrange le regole.

Tom Wellesny, CEO di GTFP: “Il plug-in è stato presentato a tutti i maggiori concessionari e operatori di poker online del mondo, ricevendo alti consensi. Concedere un totale di 10 licenze per l’uso, al fine di rendere ancor più esclusivo il prodotto e dar ancor più valore alle piattaforme che lo adotteranno. Tutti vorranno giocare con questo plug-in.”

La nota del CEO continua: “Abbiamo voluto ascoltare i giocatori, perché anche noi lo siamo stati. Abbiamo effettuato quasi due anni di test, mettendo a confronto un campione di giocatori che utilizzavano il nostro plug-in contro altri che continuavano a giocare normalmente. Analizzando i dati raccolti e grazie a un medico ed uno psicologo, sono state rilevate enormi differenze anche a livello psico-fisico. In generale, chi ha continuato ed essere sottoposto a bed beat, è risultato più invecchiato e stressato“.

Conclude Wellesny Di certo non possiamo cambiare radicalmente il gioco. Gli scoppi esisteranno ancora, ma con i token TURN BACK ogni giocatore avrà a disposizione almeno 5 chance di tornare indietro. Per il multi accounting, invece, si tratta di una soluzione finale. Ormai tutti i PC hanno una telecamere interna e il fatto che il plug-in elaborerà da solo un avatar sulla fisionomia del giocatore, garantirà di non andare contro alcuna legge sulla privacy“.

Non ci resta che aspettare i nomi degli operatori che riusciranno a fare sua una di queste 10 licenze. E sperare, tra questi, di trovare la nostra piattaforma preferita. Stay Tuned..

………e invece no…….BUON PESCE D’APRILE