WSOP 2018: Fox stende tutti nel Turbo, primo ITM azzurro al Rio di Las Vegas

0
717

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il primo bracciale è già stato assegnato. Partenza rapidissima per e WSOP 2018, con Elio Fox campione nell’evento#2. Nell’evento#1 13 left e già un azzurro a premio. 

Al Rio Hotel&Casinò di Las Vegas il primo giorno di tornei porta in dote il primo bracciale per le WSOP 2018. Esattamente nell’evento#2, il “$10,000 No-Limit Hold’em Super Turbo Bounty” dominato da Elio Fox per 393.693 dollari di premio. A questa cifra vanno aggiunte anche le taglie dei giocatori eliminati. Si perché nell’evento in questione, far fuori un rivale assicura 3.000 dollari.

Insomma uno spettacolo nello spettacolo, grazie anche alla versione turbo con blinds da 20 minuti. In pratica dopo nemmeno 12 ore di gioco, c’è il primo bracciale delle WSOP 2018. In 293 hanno risposto presente per un prize pool di 2.282.200 dollari da spartire in 37 piazze a premio. Cash minimo di 10.192$ fino a toccare quota 393.693 bigliettoni.

A 37 left scoppia la bolla e così si avviano alle casse giocatori di prima fascia come Benjamin Heath (33°), Antoine Saout (23°), Marc Macdonnell (22°), Daniel Strelitz (20°), Kenny Hallaert (19°), Talal Shakerchi (17°), John Racener (16°) e Bryn Kenney costretto a sbollare il tavolo finale. Nella discesa al titolo, dura poco l’avventura di Joe Cada.

Il campione del mondo 2009 si arrende subito al nono posto. L’altro nome pesante in corsa è quello di Paul Volpe. Con due bracciali e 40 itm all’attivo, il player americano sogna il triplete, ma poi si ferma sul gradino più basso del podio. Il duello finale vive di continui ribaltamenti. Elio Fox parte al comando, prima di subire il sorpasso di Adam Adler. Nuovo controsorpasso del futuro campione, che ipoteca il successo e poco dopo fa scorrere i titoli di coda. La sua coppia di due tiene vs A-10 di Adler e addirittura setta al turn per 393.693 dollari. 

Nelle stesse ore si è giocato anche l’evento#1, riservato ai dipendenti dei casinò. Si tratta del “$565 Casino Employees No-Limit Hold’em“. In 566 hanno gremito le sale del Rio e dopo 18 livelli restano in 13 a giocarsi l’ambito bracciale. Ben 283.000 dollari di prize pool, con 85 giocatori a premio. Fra questi arriva il primo squillo italiano: ci pensa Simone Ricci manager del Caesars Entertainment. Chiude al 69° posto per 900 dollari. 

Il leader della corsa è Jodie Sanders con 509.000 pezzi. Una fuga la sua, visto che il primo degli inseguitori è Jordan Hufty a quota 399.000 unità. Il gioco riprende alle 12.00 locali, le 21.00 in Italia con il livello 5.000-10.000 ante 1.000. Chi vince porta a casa 61.909 dollari. 

Il payout dell’evento#2: 

  1. Elio Fox $393.693
  2. Adam Adler $243.323
  3. Paul Volpe $169,195
  4. Danny Wong $119,659
  5. Charles Yohannan$86,096
  6. Alex Foxen$63,042
  7. David Eldridge$46,993
  8. Taylor Black $35,671
  9. Joe Cada$27,582

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]