WSOP 2018: le varianti parlano italiano con Sammartino e Pescatori al Rio

0
422

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” photoswipe=”” linkurl=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Italiani protagonisti nelle varianti alle WSOP 2018. Dario Sammartino c’è a 37 left nel PLO Championship e sogna il pass per il final table. Max Pescatori supera il day 1 del Razz e punta all’ennesimo “In the Money”. 

Una coppia inusuale nelle varianti, ma con la quale dovremo abituarci a convivere almeno per le WSOP 2018. Dario Sammartino e Max Pescatori si mettono in luce nei rispettivi eventi e puntano al bersaglio grosso. Il partenopeo è un siluro nel “$10,000 Pot-Limit Omaha 8-Handed Championship” e nonostante un finale un po’ complicato mette assieme 589.000 pezzi verso il day 3. 

Dario Sammartino vola fino a conquistare la leadership nel count e dopo aver toccato quota 1.250.000 chips, scende a 589.000 che valgono il 13° posto nel count quando sono 37 i giocatori ancora in corsa. Insomma è lecito sognare in grande.

L’evento ha visto la partecipazione totale di di 476 giocatori per un montepremi di 4.474.000 dollari. Premio minimo di 14.969$ per il 72° classificato, fino a salire a 1.018.336 dollari per il campione. 

Al comando c’’è ancora  Ryan Hughes che accumula 2.366.000 pezzi. Volano anche Rep Porter (1.700.000), Brandon Shack-Harris (1.200.000), Scotty Nguyen (897.000) e Joey Ingram (749.000). Promossi infine Matt Giannetti (586.000), Martin Kozlov (389.000) e Mike Leah (269.000). 

Dario Sammartino

Nel “$1.500 Razz” invece Max Pescatori sale in maniera costante nel count e si porta nella top 40. Tutto questo quando restano 118 players in corsa per 59 posizioni “In the Money”. Il torneo ha visto 339 players determinare un montepremi di 525.150$, con 125 mila bigliettoni riservato al campione.

Se Max sorride verso il day 2, si arrende invece nel corso del day 1 Alessio Isaia. Davanti a tutti imbusta come leader Victor Shalom a quota 77.600. Dalle 23 italiane riprende la corsa alla zona premi. 

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]