WSOP 2018: Palumbo e Buonocore agguantano il day 5, day 4 nero per l’Italia

0
719

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” photoswipe=”” linkurl=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Nel main event WSOP 2018 restano solo due italiani lungo la strada che conduce alla quinta giornata. Il day 4 è una sorta di ecatombe per i nostri giocatori: in otto mollano la presa a premio. Avanzano solo Palumbo e Buonocore. 

Un day 4 davvero difficile per i nostri ragazzi. In dieci sono tornati in mezzo ai 1.182 qualificati. Pronti via e perdiamo subito Federico Butteroni al quale non riesce il miracolo (1133°-$15.000). Poi tocca ad Andrea Rocci prendere la via delle casse (986°-$15.920), seguito da Fabrizio D’Agostino che crolla di colpo (807°-$18.340). Il main event WSOP 2018 non sorride nemmeno a Walter Treccarichi (584°- $23.940). 

In un torneo di questa portata e così lungo bisogna anche vincere i coinflip. Lo sa bene Marco Iodice, che finisce in allin con A-K e perde vs 9-9 (418°-$29.625). Sfortuna nerissima per Alessandro Borsa. Il miglior azzurro a fine day 3 si trova dalla parte sbagliata del cooler con K-K e il rivale con Q-Q setta al flop. Il milanese è 383° per 33.305 dollari. 

Non va molto meglio a Dario Delpiano e Mustapha Kanit. Dario esce al 369° posto per la stessa cifra di borsa e al 357° è fine dei giochi anche per Musta. Kanit ci prova con K-Q e scopre di essere dominato da A-Q. Le cattive notizie per fortuna finiscono qui e quando 310 giocatori imbustano verso il day 5, ci sono due italiani ancora in corsa. 

Rocco Palumbo si conferma in formissima e con Q-Q vs 9-9 decolla a 900.000 gettoni, la stessa cifra con cui lo rivedremo in gioco. Mezzo miracolo anche per Andrea Buonocore. Partito con 167.000 pezzi, conclude il day 4 a quota 816.000. Decisiva la mano con K-J sul flop J-8-7. La sua top pair regge vs la bilatera del rivale. 

Il comando nel count è affidato a Barry Hutter che si lancia in fuga con 5.597.000 pezzi. Passano alla quinta giornata i vari Benjamin Pollak (2.765.000), James Obst (2.560.000), Shaun Deeb (2.175.000), Cliff Josephy (1.985.000), Chino Rheem (1.900.000), Antonio Esfandiari (1.260.000), Chris Moorman (907.000), Ivan Luca (774.000) e Anatoly Filatov (500.000).

La top 10 del day 4:

  1.  Barry Hutter 5,597,000 
  2. Alexander Haro  5,031,000 
  3.  Brian Altman  4,861,000 
  4.  Andres Jeckeln 4,506,000 
  5.  Hari Bercovici  3,510,000 
  6.  Kelly Minkin 3,459,000 
  7.  Franklin Azevedo 3,410,000
  8.  Ubaid Habib 3,300,000 
  9.  Nicholas Newport 3,269,000 
  10.  Krasimir Yankov 3,264,000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]