WSOP 2018: Suriano e Guidetti avanti nel 5K, azzurri out dal tag-team

0
738

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il “$5.000 NLH” ci consegna due azzurri in corsa dopo la prima giornata alle WSOP 2018. Davide Suriano e Daniele Guidetti staccano il pass per il day 2. Day 2 invece amaro nel Tag-Team per le squadre italiane eliminate a premio.

Alle WSOP 2018 l’azione è frenetica, ma i field sono sempre spettacolari. Ovviamente, più sale il buyin e più sale anche la quantità di big in gioco. Sta di fatto che il “$5.000 NLH” ha ottenuto il consenso di 595 players per un prize pool netto di 2.766.750 dollari. Si tratta però di dati non definitivi in quanto la late registration chiuderà alla ripresa delle ostilità.

Dopo 10 livelli da 60 minuti sono 203 i players che si avviano alla seconda giornata e fra questi ci sono due italiani. Davide Suriano è 103° a quota 64.800 chips. A poca distanza dal pugliese, ecco Daniele Guidetti: per lui 59.900 gettoni e il 114° posto nel count generale. 

Dicevamo della qualità del field. In testa al count troviamo Josip Simunic. Il croato di passaporto austriaco vola con 727.400 chips e piazza un netto vantaggio sul secondo in graduatoria. Si tratta di Aleksandr Shevliakov che accumula 512.000 unità. Nella top 10 c’è posto anche per Tom Cannuli (286.00), Ivan Luca (159.400) e Claas Segebrecht (155.000). Subito fuori dai primi dieci, ecco che spunta Jean-Robert Bellande (154.200), Robert Mizrachi (140.700), Julian Stuer (134.500) e Martin Finger (121.000). 

Intanto nel “$1.000 Tag-Team” finiscono le speranze italiane. La squadra di Federico Petruzzelli e Andrea Vinci si arrende al 61° posto per 1.284 dollari a testa. Quella di Luca Stevanato e della compagna Angela Del Re invece si ferma due posizioni prima sempre per la stessa cifra. 

Federico Petruzzelli

In 242 team hanno ripreso la corsa nel day 2 e a quota 155 era fissato lo scoppio della bolla. A fine giornata sono appena 28 le squadre ancora in corsa per l’ambito bracciale. La vetta del count è occupata da  Bon Koo – Bienvenido Caballero che mettono assieme 828.000 gettoni.

Fra i volti noti troviamo al final day anche Manig Loeser – Joelle Parenteau – Daniel Weinand (615,000), Loni Harwood – Haixa Zhang – Kelly Minkin (480,000) e Giuseppe Pantaleo – Nikita Luther (260.000). Carte in aria con la volata al titolo a partire dalle ore 14.00 locali. 

 

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]