Giuseppe Ruocco a tutta fantasia: “Non me la invento (quasi) mai, ma stavolta…”

0
710

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_1″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

E se proprio il più insospettabile al tavolo decidesse di combinarla tra preflop e flop per poi prendere la sua al turn e lasciare l’avversario senza parole (e chip)?

Capita che tra una chiacchiera e l’altra nel corso di uno dei tanti break di giornata, spuntino fuori dei siparietti interessanti come quello che ci ha raccontato Giuseppe Ruocco, accaduto nel terzo livello di gioco del Day1 E

Giuseppe Ruocco Saint Vincent Poker Concept
Giuseppe Ruocco

A dirla tutta abbiamo anticipato l’impensabile provocando il player campano con una caption ad hoc inserita alla fine di un nostro post: “Curioso di scoprire quante e quali mosse il buon Peppe Ruocco dovrà inventarsi per avere la meglio sul field? Non perdere gli aggiornamenti in diretta sul nostro blog!

Mai avremmo pensato che potesse raccogliere il nostro invito in maniera così letterale, ma questo è quanto. E ora andiamo a scoprire cosa è successo al tavolo 6 della Sala Evolution:

Incominciamo col dire che, dopo una fase 6 handed durata diverse orbite, il tavolo si è completato con l’arrivo di alcuni amatori particolarmente curiosi: insomma, comincia la sagra del limp e dei family pot” esordisce Giuseppe particolarmente divertito dall’episodio.

Siamo a T300 e all’ennesimo spot cominciato con due limp decido di squeezare da CO con [10s] [5s] e trovo il cold call di BB, seguito da altri tre limper che non aspettavano altro che avere le odds per mettere a loro volta. Al flop cascano 2-3-4 rainbow, checka BB e ’l’original limper’ punta 1500. Passano gli altri due, io chiamo e BB ne mette 7800 sul piatto, folda il limper e parola a me…Call.

Michele Napoli Saint Vincent Poker Concept
Michele Napoli, lo sfortunato avversario di Ruocco

Il fatto di essere in posizione e la lettura sull’avversario inducono Peppe a proseguire nel colpo e il turn gli regala un magico 6: “Oppo fa 11000 e a questo punto penso sia face-up su pocket pair, quindi opto per uno shove for value/protection e lui comincia a riflettere. Nel tentativo di carpire qualche informazione mi chiede se ho una monster hand, io non rispondo ma prendo gli occhiali da sole e li metto sù…Nemmeno il tempo di riportare il braccio sul tavolo e arriva il call: [3s] [3c]. Il river non cambia nulla e io mi trovo con 350 BB al terzo livello di gioco. Avrei potuto benissimo alzarmi, mettermi in sit out e tornare direttamente domani, ma…Dai, torniamo a giocare!

Peppe Ruocco Renato Belli Saint Vincent Poker Concept
Peppe Ruocco e Renato Belli prendono una boccata d’aria fuori dal casinò nel corso del break

Segui gli aggiornamenti in tempo reale sul nostro live blog e non perdere la galleria fotografica dei 5 flight del Day1 di questo Poker Concept da garantiti!

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]