WPT Aria: quaterna di Darren Elias, è record assoluto di titoli nel circuito

0
714

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il WPT Aria intitolato a Bobby Baldwin, finisce come da pronostico nelle mani di Darren Elias. Per il giocatore americano è record di trionfi nel circuito, con quattro vittorie in 16 stagioni. 

Un record che prima o poi doveva essere messo a segno. Darren Elias entra nella storia del World Poker Tour e del poker in generale, alzando il quarto allora in carriera. Al WPT Aria c’erano già le premesse per assistere ad un suo trionfo, dopo l’impressionate cavalcata nel day 3. Elias non ha deluso le attese al final table, per un successo storico. Incassa 387.580 dollari. 

In sei sono tornati per la volata finale. Elias fantachipleader e gli altri costretti a combattere per rimanere a galla. Pronti, via e perdiamo Jonathan Little. Il già due volte campione WPT, muove allin con A-J vs A-4 di Sam Panzica. Quest’ultimo ribalta tutto con un quatto al flop e per Little è il momento dei saluti. Panzica guadagna così una posizione, ma finirà eliminato al quinto posto: con A-Q perde il tiro di moneta vs 6-6 del futuro campione. 

Non c’è gloria nemmeno per Dietrich Fast. Il tedesco inizia il final table al secondo posto nel count e nonostante uno stack importante non riesce a decollare. Poi pusha con A-A e si arrende al colore chiuso da Kitty Kuo con A-10. La giocatrice asiatica si conferma la mina vagante del final table e appare l’unica in grado di recuperare terreno su Elias. Infatti Joe Mckeehen arranca sul fondo del count. 

Il Campione del Mondo 2015 non trova il bandolo della matassa e in maniera assai sfortunata sale sul gradino più basso del podio. Con A-Q parte nettamente avanti ad A-2 di Elias che centra però un 2 e spedisce Joe alle casse. L’heads up si apre con Darren che può contare sul triplo di chips, rispetto alla scatenata Kuo. La quota rosa trova subito il raddoppio, ma sarà un fuoco di paglia. 

Darren Elias

Infatti nel giro di poche mani Elias riprende il ritmo e spedisce la sua avversaria ad una distanza siderale. I titoli di coda iniziano a scorrere con anticipo e trovano conferma quando Kitty muove allin con A-5 e si trova sotto ad un treno, visto che Darren Elias ha dalla sua A-10. Un board anonimo consegna il record di vittorie nel World Poker Tour al player a stelle e strisce, che incassa per il WPT Aria una prima moneta da 387.580 bigliettoni. 

Il payout: 

1 Darren Elias $ 387.580
2 Kitty Kuo $ 248.380
3 Joe McKee $ 178.610
4 Dietrich Fast $ 130.895
5 Sam Panzica $ 97.795
6 Jonathan Little $ 74.520

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]