WSOP 2018: Ivey e Negreanu attaccano la musica nel Big One For One Drop

0
688

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” video_bg_id=”” video_bg_url=”” video_bg_url_vimeo=”” photoswipe=”” linkurl=”” image_size=”” overlay_block_color=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Il The Big One For One Drop regala subito emozioni forti alle WSOP 2018. L’evento#78 dal buyin di 1 milione di dollari mette in campo i più grandi assi del pianeta e volano Phil Ivey e Daniel Negreanu. 

Un torneo da 1 milione di dollari non si vede tutti i giorni. Alle WSOP 2018 però è possibile vederlo e giocarlo se una persona dispone di almeno 1 milione di bigliettoni: in caso di arrivo a premi, la resa dell’investimento è sicura. Il “$1.000.000 The Big One for One Drop” si prepara a chiudere con il botto la 49° edizione delle World Series Of Poker. E non c’è modo migliore che farlo appunto con un torneo del genere, dove il field è si ristretto, ma dalle qualità immense. 

In 24 hanno accettato la sfida su un cap di 48 partenti: c’è ancora tempo per sfruttare la late registration fino allo start del day 2. Al momento sono oltre 22 milioni i dollari raccolti nel prize pool. Dopo 10 livelli da un’ora ciascuno, in 19 sbarcano alla seconda giornata. Se i galloni di chipleader vanno a Rick Salomon con 11.445.000 pezzi, alle sue spalle spuntano le sagome di due assoluti fenomeni.

Phil Ivey è secondo con 10.365.000 chips. Ha messo a segno due eliminazioni: nella prima busta Bryn Kenney con scala vs top pair, mentre nella seconda con A-K ha la meglio su Q-J di Jake Schindler. Daniel Negreanu si tiene in scia e con 8.100.000 unità completa il podio virtuale del count. Sempre nella top ten, si mettono in evidenza Dan Smith (7.735.000), Erik Seidel (6.835.000), Dominik Nistche (6.550.000) e Jason Koon (6.540.000), il quale si prende lo scalpo di Antonio Esfandiari con K-K vs A-K. 

Phil Ivey

Promossi infine Christoph Vogelsang (5.680.000), Nick Petrangelo (5.300.000), Cary Katz (5.230.000, che ha eliminato Isaac Haxton con A-Q vs K-Q), Steffen Sontheimer (5.150.000), Mikita Badziakouski (4.725.000), Justin Bonomo (4.715.000) e Stephen Chidwick (4.550.000).

Arrancano invece sul fondo del count Fedor Holz e Adrian Mateos. Il tedesco non ha giocato appositamente il main event, per concentrarsi esclusivamente su questo evento di punta delle WSOP 2018. Per il momento con scarsi risultati, come si evince dai 3.220.000 pezzi accumulati nel day 1. Lo spagnolo invece, dopo una bella partenza accentuata dall’eliminazione di David Peters (colore vs doppia coppia), scende in maniera pesante nel count e chiude all’ultimo posto con 3.100.000. 

Lo start del day 2 del “$1.000.000 The Big One For One Drop” è previsto alle 12.00 di Las Vegas, quando in Italia saranno le 21.00. A quel punto si chiuderanno le registrazioni al torneo e avremo il quadro completo dell’evento#78. 

Il count completo del day 1

  1. Rick Salomon 11.445.000
  2. Phil Ivey 10.365.000
  3. Daniel Negreanu 8.100.000
  4. Matthew Siegal 7.900.000
  5. Dan Smith 7.735.000
  6. Erik Seidel 6.835.000
  7. Talal Shakerchi 6.745.000
  8. Dominik Nitsche 6.550.000
  9. Jason Koon 6.540.000
  10. David Einhorn 6.110.000
  11. Christoph Vogelsang 5.680.000
  12. Nick Petrangelo 5.300.000
  13. Cary Katz 5.230.000
  14. Steffen Sontheimer 5.150.000
  15. Mikita Badziakouski 4.725.000
  16. Justin Bonomo 4.715.000
  17. Stephen Chidwick 4.550.000
  18. Fedor Holz 3.220.000
  19. Adrian Mateos 3.100.000

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]