WSOP 2018: Petruzzelli e Stevanato avanti nel Tag-Team, Seiver trionfa nel Limit

0
686

[RexpansiveSection section_name=”” color_bg_section=”” image_bg_section=”” id_image_bg_section=”” video_bg_url_section=”” video_bg_id_section=”” video_bg_url_vimeo_section=”undefined” dimension=”full” margin=”” layout=”fixed” block_distance=”0″ full_height=”” custom_classes=”” section_width=”” responsive_background=””][RexpansiveBlock id=”block_0_0″ type=”text” col=”1″ row=”1″ size_x=”12″ size_y=”2″ color_bg_block=”” image_bg_block=”” id_image_bg_block=”” type_bg_block=”” photoswipe=”” linkurl=”” zak_background=”” zak_title=”” zak_side=”” zak_icon=””]

Alle WSOP 2018 il Tag-Team fa il pieno di ingressi con 1.032 squadre che si sono date battaglia nel day 1: avanzano il team di Petruzzelli e quello di Stevanato. Intanto un Scott Seiver trionfa nel Limit Championship.

Il torneo a squadre piace e non poco ai giocatori. Team formati da un minimo di due fino ad un massimo di cinque players. Tornato in auge lo scorso anno dopo ben 34 anni di assenza, il “$1,000 Tag Team No-Limit Hold’em” mette in gioco 1.032 squadre. Determinato un prize pool di 928.800 dollari da ripartire in 155 piazze a premio. Si va dalla ricompensa minima di 1.502$ fino al primo premio da 175.085 dollari. 

Dopo 10 livelli restano in corsa 242 coppie e fra queste due sono italiane. La prima è quella di Federico Petruzzelli che mette dentro la busta 77.400 gettoni. Subito dopo è la volta del team di Stevanato che riparte da quota 75.900 chips. In testa al count c’è il team di Juan Ramirez con 193.000 fiches. 

Il gioco riprende alle 12 locali con il day 2 e dal livello 500-1.000 ante 100. Di seguito la top ten del day 1: 

1 Juan Ramirez Harlingen, TX, US 193,000 
2 Alexander Zeligman Surrey, GB 156,800 
3 Michael Wang LIVINGSTON, NJ, US 113,800 
4 Bon Koo LAS VEGAS, NV, US 113,000 
5 Alex Rocha Flagler Beach, FL, US 102,400 
6 Stefan Ivanov Aheloy, BG 102,000 
7 Zachary Efland Boca Raton, FL, US 99,100 
8 Kevin O’Donnell Petaluma, CA, US 98,600 
9 James Sear Centereach, NY, US 98,200 
10 Samuel Gagnon Grand-Mere, , CA 98,100

Alle WSOP 2018 si è concluso l’atteso “$10.000 Hold’em Limit Championship“. Il bracciale finisce al polso di Scott Seiver, a distanza di 10 anni dal primo. Field impressionante quello che è tornato in gioco per il final day, con 14 giocatori pronti a lottare per la prima moneta da 296,222 dollari. 

Fra i primi a mollare la presa troviamo Brock Parker (14°), Maria Ho (12°) e Nick Schulman (11°). Sbolla il final table Benny Glaser al decimo posto, mentre nella volata al bracciale si chiude in ottava piazza la rincorsa di Michael Moore. Niente podio nemmeno per Matt Glantz, out in quinta posizione.

Anthony Zinno

Anthony Zinno è medaglia di bronzo, con Seiver e Matt Szymaszek a giocarsi il duello finale. Scott non fa sconti e lascia il segno alle WSOP 2018. Per la seconda volta in carriera vince un bracciale al Rio. 

[/RexpansiveBlock][/RexpansiveSection]